CONTRIBUTI E CLIENTELE

LO SCANDALO DEI FINANZIAMENTI ALLE ASSOCIAZIONI

Greenaction Transnational ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Trieste e alla Corte dei Conti del Friuli Venezia Giulia sul nuovo scandalo dei contributi concessi dal Comune di Trieste in forma clientelare alle associazioni di volontariato di gradimento dell’amministrazione pubblica. L’assegnazione dei finanziamenti veniva decisa infatti discrezionalmente dai consiglieri comunali senza l’osservanza di criteri oggettivi. L’esposto segue la denuncia pubblica del giornale online “La Voce di Trieste”  (Come, e con quali reati, i politici si comprano voti con i soldi rubati ai più poveri).

Una distribuzione mirata allo scopo di beneficiare gli amici degli amici.  In cambio però di favori. Uno scambio alla pari. Accontentare le associazioni di comodo e garantirsi così un comodo elettorato. Centonovantamila (190.000!!) Euro regalati agli amici per ingraziarsene il voto per le elezioni, mentre, in questa falsa città del benessere, la gente è sempre più povera e ridotta alla fame.

E anche il Comune si trova ad affrontare drammatici problemi di bilancio. A partire dai pesantissimi indebitamenti della controllata e sempre più scomoda ACEGAS-APS (oltre 400 milioni di Euro!!) per arrivare alle drammatiche ed ingestibili emergenze ambientali. Il Comune di Trieste è, tra l’altro, sotto procedimento di infrazione da parte della Commissione Europea per il malfunzionamento dei depuratori fognari. Quello di Servola deve essere ricostruito. Costo? Sessanta milioni di Euro!! Che ovviamente non ci sono e che quindi non si mettono neanche a bilancio. Si rimane in attesa quindi dell’inevitabile condanna da parte delle autorità comunitarie. Condanna che porterà a pesanti sanzioni economiche che si aggiungeranno al costo dei depuratori da rifare. Un Comune che si potrebbe trovare da un giorno all’altro in bancarotta e che si permette di sottrarre anche le minime risorse vitali ai più deboli. Per darle appunto ai ricchi amici. Quelli che garantiscono la continuità di questo sistema di malgoverno.